Home‎ > ‎Per saperne di più‎ > ‎

Quali sono i Disturbi Specifici dell'Apprendimento

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento vengono principalmente distinti in:

  • disturbo della lettura o Dislessia: il bambino non riesce a memorizzare (e, quindi, a riconoscere) la forma delle lettere, ne scambia la sequenza o l’orientamento (classica, ad esempio, la confusione tra “p” e “q”, tra “b” e “d”), non riesce a leggere parole “lunghe” o frasi o paragrafi, ha difficoltà ad associare il suono di una lettera o di una parola “udita” alla corrispondente lettera o parola “scritta” (o viceversa);
  • disturbo del calcolo o Discalculia: il bambino presenta difficoltà aritmetiche e matematiche, commette errori nella numerazione (progressiva o all’indietro), nella scrittura e/o lettura dei numeri, nella comprensione e nell’uso delle procedure di calcolo, nella comprensione delle quantità, nella memorizzazione dei dati numerici (tabelline, operazioni…), è lento nel calcolo e nel ragionamento, ha difficoltà nella soluzione di problemi, non comprende le operazioni di calcolo;
  • disturbo della scrittura: il bambino commette errori nello scrivere (anche parole “facili”), scrive lentamente, scrive “male”, non riesce a copiare correttamente e/o presenta una scarsa qualità dell’espressione scritta;
  • disturbi nella comprensione del testo: il bambino non riesce ad assimilare i contenuti di un testo, è lento nel comprendere i passaggi di un brano, è incapace di riassumere, non riesce a rispondere a domande sul testo che ha letto o copiato;
  • difficoltà di studio: il bambino risulta frequentemente impreparato ai compiti, alle interrogazioni e alle verifiche e non riesce a spiegarne il motivo, appare demotivato (verso la scuola in generale o verso una singola materia), presenta una bassa autostima, si distrae facilmente, è incapace di organizzare lo studio e i compiti in maniera autonoma e necessita costantemente dell’aiuto di un’altra persona (insegnate o genitore);
  • disturbi dell’attenzione o Disturbo da Deficit Attentivo: il bambino non riesce a seguire la lezione, si distrae continuamente, disturba i compagni, è irrequieto, non riesce ad aspettare il proprio turno, spesso non ascolta chi gli parla, non riesce a stare seduto al proprio banco, sovente si alza in classe, richiama eccessivamente l’attenzione dell’insegnante, perde le proprie cose, è sbadato, sovente presenta anche difficoltà di lettura/scrittura/calcolo.